Zur Startseite
DE | IT | EN
Scoprire

289 pagine, numerose fotografie a colori

ISBN 978-88-8266-988-1

Con i contributi:

Mark Mersiowsky: Da mito eroico a simbolo: il lungo viaggio di re Artu da Camelot a Castel Roncolo

Leo Andergassen: Re Artù in Italia. Iconografia di un mito cavalleresco

G. Ulrich Großmann: Re Artù nello Schöner Brunnen di Norimberga

Helmut Stampfer: La scena del torneo di Torre Aquila a Trento e quella di Castel Roncolo

Helmut Rizzolli: Excalibur e altre spade leggendarie

Max Siller: Re Artù in Tirolo

Armin Torggler: La Casa d’Estate di Castel Roncolo: una “corte d’Artu” (Artushof )?

Marcello Beato: Re Artù e i tre cavalieri più valorosi della Tavola rotonda

Michaela Schedl: Il ciclo di Wigalois a Castel Roncolo. Dagli affreschi al fumetto

Diana Wiehn: Il ciclo di Garello a Castel Roncolo: un tentativo di ricostruzione

Armin Torggler: La cotta d’arme di Garello

Siegfried de Rachewiltz: E in Tirolo queste cose sono ancora all’ordine del giorno

   
Castel Roncolo custodisce il più grande ciclo di affreschi profani medievali esistente al mondo. Nella Casa d’Estate del complesso diversi cicli di pitture murali sono dedicati ai romanzi e poemi epici incentrati sul leggendario re Artù .
Dalla Bretagna a Castel Roncolo il cammino era lungo e quando, nel XIV secolo, il leggendario re Artù e i cavalieri della Tavola rotonda lo ebbero percorso erano ormai entrati a far parte del patrimonio culturale collettivo. In quanto simbolo del “buon sovrano” Artù era divenuto anche parte integrante del pensiero dei Vintler ed era stato raffigurato negli
affreschi di Castel Roncolo nel quadro del canone iconografico dei “Nove Prodi”, universalmente diffuso all’epoca.
Castel Roncolo assurse così a luogo di esaltazione della cavalleria con re Artù come luminoso centro. I ritrovamenti di spade nei corsi d’acqua della regione del periodo celtico ricordano alla leggendaria spada Excalibur. Il maniero illustrato vanta l’unico ciclo di Garello, cavaliere della Tavola rotonda, conservato accanto ai celeberrimi affreschi sull’amore di Tristano e Isotta.
La vostra visita a Castel Roncolo

Il castello

Orari di apertura
Biglietti

Gli affreschi


Visite guidate

Mostre


Come arrivare

Pubblicazioni

Affitto cortile

Osteria

   
 
 
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

 

   

h

Desideriamo ringraziare le seguenti istituzioni e ditte per il gentile supporto concessoci:

:
 
Impressum
Facebook
Incarichi
 TEL +39 0471 329808
FAX +39 0471 324026
   E-Mail: roncolo@roncolo.info